Google analytics: come sfruttare il comportamento degli utenti a tuo vantaggio

Google analytics: come sfruttare il comportamento degli utenti a tuo vantaggio

Conosci i dati più importanti di Google Analytics da leggere per sfruttare al massimo il comportamento degli utenti a tuo vantaggio? La dashboard di Google Analytics è uno strumento fondamentale e molto efficace da conoscere e utilizzare quotidianamente per il nostro web marketing. Ci permette di scoprire chi sono i nostri lettori affezionati, quanti sono i clienti e da quali aree geografiche provengono, come avvengono le conversioni e molto altro.

Google analytics: ecco 3 parametri che devi saper leggere

Nuovi vs ritorno

Uno dei dati principali da monitorare costantemente e saper interpretare è sicuramente il parametro “nuovi vs ritorno”, nella sezione “panoramica del pubblico”. Questo dato, rappresentato attraverso un grafico a torta, ci indica la percentuale di utenti nuovi rispetto a quelli che già hanno visitato il nostro sito in precedenza. I nuovi utenti sono quelli alla prima visita inerente all’intervallo di tempo selezionato. Gli utenti che ritornano sono quelli che hanno effettuato una o più sezioni sul tuo sito, sempre in quell’intervallo.

Recency e frequenza

Questo rapporto ti serve per comprendere a fondo chi sono i tuoi clienti affezionati. Infatti, soprattutto nel caso di un eCommerce è fondamentale sapere chi è protagonista, ossia chi compra più spesso dal tuo shop online. Perché è importante saper leggere questo dato? Perché più si conosce a fondo il cliente fidelizzato (e quindi il cliente ideale), maggiori sono le possibilità di adeguare a quel prototipo il nostro marketing. La frequenza è il numero di volte in cui un utente approda sul tuo sito in un determinato periodo di tempo. Chiaramente, più un utente visita frequentemente il tuo sito maggiori sono le probabilità che diventi un cliente fedele.

Invece, la recency si riferisce al numero di giorni trascorsi dall'ultima volta che il visitatore ha navigato tra le pagine del tuo sito web.

Come puoi sfruttare a tuo vantaggio queste preziose informazioni?

Innanzitutto, perché – solitamente – chi ha acquistato di recente è molto probabile che effettui un nuovo acquisto rispetto a chi non ha mostrato interesse a interagire con il tuo shop online. Inoltre, la frequenza indica quanto il cliente è regolare: anche in questo caso puoi apportare migliorie per aiutare i tuoi clienti a continuare ad acquistare da te. Ad esempio, puoi prevedere sconti dedicati ed esclusivi, coupon etc.

Coinvolgimento

Questo rapporto è forse il più importante e deriva da un insieme di metriche che possiamo estrapolare dalla sezione “pubblico e comportamento” della dashboard di Google Analytics. Nello specifico, il coinvolgimento degli utenti è una somma delle azioni che svolgono gli stessi mentre sono sul tuo sito web. Come: i contenuti visitati, il tempo medio trascorso su ogni singola pagina e la frequenza di rimbalzo. È molto utile scoprire quali sono i contenuti che hanno ottenuto maggiori visualizzazioni e verso i quali i nostri utenti hanno dimostrato un interesse tale da permanere su quella determinata pagina per molti secondi o minuti. Così facendo, possiamo strutturare altri contenuti simili e, con l'aiuto del web marketing, condurre il nostro utente ad effettuare un acquisto o richiederci informazioni.


Se hai un eCommerce o se vendi servizi o consulenza non puoi non prestare la giusta attenzione ai dati e ai rapporti di Google.

Analizziamo i tuoi dati e creiamo la tua strategia di web marketing vincente

CLICCA QUI

Disponibile il libro "Mostrami il tuo sito web e ti dirò che imprenditore sei" di Luca Proserpio.

Un libro per gli imprenditori che vogliono scoprire i segreti dei progetti web delle aziende di successo.

Acquista il libro


Condividi l'articolo